Yoga per l’estate

L’estate è la stagione più calda dell’anno, inutile dirlo vero? Ma forse non sai che secondo lo yoga questo è il periodo in cui predomina l’elemento fuoco ed è probabile che tu ti senta più energico, vitale, attivo e felice :D.

In questa stagione, come in tutte le stagioni, è importante mantenere corpo e mente in equilibrio tenendo a bada, in questo caso, il fuoco per evitare che scoppi un’incendio ;).

Come sai un sistema nervoso fresco corrisponde ad un sistema nervoso sano e ad una mente calma e chiara, ecco perchè abbiamo pensato per te a:

 

10 consigli per la tua pratica yoga estiva

1. Prediligi una pratica leggera e rinfrescante

Anche se in estate verrebbe naturale pensare subito al Saluto al sole, in realtà, non è molto consigliato in questo periodo, perchè favorisce l’aumento della temperatura corporea, puoi però sempre scegliere tu di entrare in un ritmo più lento e fare meno ripetizioni.

Quando fa molto caldo anche se sei abituato a ritmi dinamici di yoga, rendi la tua pratica yoga leggera e rinfrescante. Scegli consapevolmente di rallentare l’intensità dei tuoi movimenti, il ritmo del tuo respiro e mantieni regolari e controllati i battiti del cuore, questo ti aiuterà a godere profondamente della pratica evitando di surriscaldarti.

Se hai scelto di cominciare con Surya Namaskar , puoi controbilanciarne l’effetto attivante con uno yoga più dolce come lo yin yoga o un rilassamento profondo in Savasana e/o una meditazione.

 

2. Pratica quanto più possibile con gli occhi chiusi e ascoltati

Ascolta sempre il tuo corpo per cercare ciò che è giusto per te in ogni momento, se lasci spazio all’ascolto lui sa essere un ottimo maestro.

Concediti dei momenti più lunghi di pausa ad occhi chiusi tra una posizione e l’altra, in questo modo oltre a riposare il corpo, potrai ascoltare e assorbire meglio gli effetti degli asana e calmare ed interiorizzare la mente, proprio come succede nella meditazione.

 

3. Mantieniti idratato

Sudare, è vero,  aiuta ad eliminare le tossine, ma è importante in questa stagione reintegrare i liquidi persi a causa del calore, perciò ricordati di bere molta acqua, sia durante il giorno, ma sopratutto prima e dopo aver praticato yoga, se necessario, integra con sali minerali per contrastare il possibile senso di affaticamento e spossatezza.

 

4. Pratica all’aria aperta 

Le giornate  più lunghe dell’estate e il clima favorevole, ti offrono la possibilità di fare yoga all’aperto, un’ occasione fantastica di ri-unione con la natura e per respirare aria fresca, pulita e carica di ossigeno. Attraverso il tuo respiro potrai fare il pieno prana (energia) e risvegliare la connessione naturale tra la tua energia vitale individuale e quella dell’universo che ti circonda. 

 

5. Quando praticare

In estate il momento migliore per praticare è la mattina presto o la sera al tramonto, mentre è meglio evitare durante le ore più calde della giornata. 

Al mattino il clima è più fresco e la mente è più predisposta alla quiete e all’interiorizzazione, ma se senti comunque il bisogno di energizzarti puoi iniziare con una bella doccia fredda e qualche ciclo di saluto al sole. La sera invece è il momento ideale per riequilibrarti dopo una giornata intensa e rilassarti, quindi scegli una pratica calma.

 

Questi sono i nostri primi 5 consigli per la tua pratica yoga in estate. Torna a trovarci la settimana prossima per scoprire i successivi 5, intanto comincia a fare pratica tenendo a mente questa scaletta per creare la routine yogica più adatta alle tue esigenze in questa stagione. Ricorda comunque sempre che il primo maestro di te stesso sei tu!

A presto 😉

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *