Meditazione: come, quando e quanto meditare

statua in meditazione con fiori tra le mani

Nei nostri appuntamenti precedenti abbiamo esplorato il significato della meditazione e perché è importante praticarla, ti abbiamo dato spunti, speriamo utili, per creare il tuo personale spazio mindfullness e sperimentato qual’è la posizione comoda seduta per meditare migliore per te! Ora sei pronto a immergerti nella pratica e trasformare la tua vita con la meditazione 😃.

Come meditare

  • Siediti in una posizione comoda seduta.
  • Assicurati che la colonna vertebrale sia ben diritta in modo da non schiacciare il diaframma e lasciare il respiro libero di fluire.
  • Chiudi gli occhi e lascia andare ogni pensiero che può arrivare.
  • Se vuoi scegli un gesto significativo per te che ti aiuti a concentrarti e che ti introduca alla pratica meditativa: può essere accendere una candela, recitare una preghiera, un mantra, un’affermazione positiva, fare un canto o leggere un brano ispirante, ecc. 
  • Comincia a respirare in maniera naturale.
  • Osserva l’automatismo del tuo respiro, il suo movimento all’interno del corpo e in contrasto con l’immobilità della tua posizione.
  • Lascia che il respiro diventi sempre più lento e profondo in modo da calmare i battiti del cuore e la tua mente.
  • Ritira un po’ per volta tutta la tua attenzione dall’esterno dentro di te e semplicemente resta in osservazione e in ascolto interiore senza alcun giudizio.
  • Centra la tua consapevolezza nella colonna vertebrale, il tuo centro fisico ed energetico.
  • Prova a rimanere immobile.
  • Se la mente si distrae, concentrati nuovamente sul tuo respiro, seguendo il flusso naturale dell’inspirazione e dell’espirazione. Il controllo sulla respirazione ti aiuterà a tenere a bada le distrazioni 😉
  • Più vai in profondità, più puoi concentrarti su una delle 8 qualità dell’anima: gioia, pace, calma, luce, saggezza, potere, suono, amore.
  • Meditare è un processo attivo, se vuoi la pace medita con pace, se vuoi la gioia medita con gioia, se desideri la calma, medita con calma.
  • Medita su una qualità per volta e lascia che questo stato di coscienza si espanda dentro di te.
  • Se vuoi, rivolgi lo sguardo un po’ in alto, al centro tra le sopracciglia, nell’Occhio Spirituale. Lo sguardo elevato da l’imput all’energia nel tuo corpo a risalire e ti aiuta a sintonizzarti con la tua consapevolezza più elevata. Lì risiede la tua vista interiore supercosciente. 

Quando meditare

Il mattino  appena sveglio, quando la mente è ancora calma, è il momento ideale per meditare. Questo ti aiuterà a iniziare la tua  giornata con il sorriso e darle una direzione positiva.

La sera appena prima di cena o prima di andare a dormire è un ottimo momento per meditare. Hai l’occasione di lasciare andare tutte le tensioni fisiche, mentali ed emozionali accumulate durante la giornata e ritrovare la calma e un accogliente rifugio nel tuo spazio interiore.

Alla fine della tua pratica yoga quotidiana è buona abitudine terminare con la meditazione, per interiorizzare al massimo i benefici risvegliati dagli Asana (posizioni yoga) e i pranayama (esercizi di respirazione o controllo dell’energia)  e trovare centratura, equilibrio e serenità nel corpo, nella mente ed nell’anima.

Quanto meditare

Puoi iniziare con 5 minuti al giorno in uno o tutti e 3 i momenti suggeriti, per una settimana. Puoi poi aumentare da  5 a 10 minuti la settimana successiva, e così via fino ad arrivare a 20, 30, 60 minuti. Scegli tu il tempo giusto per te. 

Meglio meditare per poco tempo, ma con costanza. Cerca di impostare una routine giornaliera o, se per te è troppo, scegli 1 o alcuni giorni a settimana, magari alternati, da dedicare alla meditazione e cerca di rispettarli. Ricordati però che la profondità della meditazione è più importante della durata.

Fai ciò che senti giusto: la meditazione è un appuntamento con te stesso e deve essere prima di tutto piacevole. Mettila in agenda e vedrai che sarà più facile dedicartici, non viverla come un dovere, ma come un premio!

SOS Meditazione

Forse a volte potrai sentire la necessità di fare qualche meditazione extra, di chiudere gli occhi e calmare i pensieri o semplicemente di fare qualche respiro profondo e consapevole. Perfetto! Fallo!  Anche solo 1 minuto di interiorizzazione o un momento di silenzio può aiutarti a ritrovare l’equilibrio.  

Anzi, prova a meditare ogni volta che puoi durante la giornata, per esempio dopo un evento che ti ha turbato, per ritrovare la calma e la centratura, oppure prima di un incontro importante per risvegliare concentrazione e sicurezza.

Meditare fa la differenza (nella vita quotidiana)

Gli effetti della meditazione non si misurano in termini di esperienze paranormali, ma di cambiamento individuale nella propria vita quotidiana, vale dire se ci sentiamo più o meno felici e padroni della nostra esistenza.

Osserva  tu stesso l’influenza della meditazione nei confronti dell’ambiente che ti circonda, delle situazioni e delle persone. Osserva come trasforma le tue abitudini, le tue azioni, i tuoi pensieri e le tue reazioni. Forse alcune difficoltà potrai addirittura vederle come occasioni per migliorare te stesso. 

Yogananda diceva che “non esisto problemi, esistono solo opportunità”. La meditazione ti aiuterà a trasformare e sciogliere vecchi schemi mentali, a lasciare andare condizionamenti e abitudini limitanti e crearne di nuovi più positivi e funzionali alla tua esistenza e alla tua serenità. Con la meditazione puoi diventare la versione migliore di te stesso.

Più mediti più ti verrà voglia di farlo, perchè meditare fa davvero la differenza, nella tua vita quotidiana! Ma, siccome ogni cosa nello yoga, è il risultato di un’esperienza individuale, c’è solo un modo perché tu possa comprendere davvero la meditazione: praticandola.

Buona meditazione 🧘🏻‍♀️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *