ATMA FEED YOUR SOUL

Combatti il freddo con Surya Bheda Pranayama

Il respiro solare

Esercizi di respirazione come Surya Bheda Pranayama, anche conosciuto come il Respiro Solare, in inverno sono particolarmente indicati proprio per la loro capacità di rafforzare le difese immunitarie, liberando le vie respiratorie, messe a dura prova dal freddo.

Come suggerisce il nome, Surya (=sole)  Bheda (=espandersi)  pranayama è un respiro energizzante, infatti:

  • Aumenta flusso di prana (energia vitale)
  • Stimola il sistema nervoso apportando calore nel corpo.
  • Migliora la digestione.
  • Rende la mente vigile.
  • Espande la gabbia toracica, favorendo l’apertura e l’attività del cuore
  • Decongestiona i polmoni.
  • Pulisce i seni nasali.
  • Dona un senso di vitalità.
  • Stimola il canale energetico destro della colonna astrale (Pingala)

TECNICA:

  • Siediti in una posizione comoda seduta, con la schiena diritta.
  • Con la mano destra fai Vishnu Mudra (foto 1): porta indice e medio a contatto con il palmo (o mantienile distese al centro tra le sopracciglia, foto 2) e distendi pollice, anulare e mignolo. Le dita distese ti servono a chiudere in maniera alternata le due narici.

vishnu-mudra  surya-bheda-pranayama-mudra-yoga

  • Chiudi la narice sinistra con il mignolo e l’anulare, inspira dalla narice destra.
  • Poi chiudi anche la narice destra, con il pollice e trattieni il respiro.
  • Apri la narice sinistra alzando anulare e mignolo ed espira dalla narice sinistra.
  • Richiudi la narice sinistra e ricomincia un nuovo ciclo inspirando a destra.

surya-bheda-pranayama-inspirazione    

DURATA:

  • Puoi iniziare  con 6 cicli usando un rapporto 1:1:1 tra ispirazione, ritenzione ed espirazione. Mantieni ad esempio per 4 secondi ogni fase respiratoria.
  • Dopo un paio di settimane, man mano che prendi confidenza con il tuo respiro puoi aumentare gradualmente sia le fasi respiratorie a 6 / 8 secondi, o quanto è giusto per te, sia il numero di cicli fino a 12 o 24.

PRECAUZIONI

  • Per le donne in gravidanza e per chi soffre di problemi cardiovascolari meglio evitare la fase di ritenzione del respiro.
  • In generale, se provi disagio nel trattenere il respiro, perché senti che ti manca l’aria, puoi evitare la fase di ritenzione.
  • Ricordati che ogni esercizio di respirazione dovrebbe essere prima di tutto piacevole.
  • Pratica Surya Bheda Pranayama lontano dai pasti, perché il corpo impegna già molta energia per mettere in atto il processo della digestione.
  • Meglio non esagerare con questa respirazione perché nello yoga, come nella vita, è tutto una questione di equilibrio. Perciò controbilancia, alternando nelle tue pratiche anche il Respiro Lunare (Chandra Bheda Pranayama) o quello a narici alterne (Nadi Shodanam Pranayama).
  • Per qualsiasi dubbio consulta sempre il tuo insegnate di Yoga o in caso di patologie o operazioni gravi il tuo medico.

Con Surya Bheda Pranayama, anche quando fuori è brutto tempo ed fa freddo, è possibile portare con se un raggio di sole ☀️

Namasté

Laura

Atma è il mio dono a te che vuoi prenderti cura del tuo corpo, della tua mente, della tua anima.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *