21 Giugno: Giornata Internazionale dello Yoga

21-giugno-giornata-internazionale-dello-yoga-

Il 21 giugno si celebra la Giornata Internazionale dedicata allo Yoga.  In questa occasione, migliaia di persone si riuniscono in piazze, parchi, scuole e centri yoga nelle città e villaggi di tutto il mondo per praticare insieme questa disciplina millenaria in grado di avvicinare tutti gli esseri umani seppur differenti per cultura o religione e promuovere il benessere ed il progresso a livello globale.

 

“”Lo yoga è un dono inestimabile dell’antica tradizione indiana. Rappresenta l’unità di mente e corpo; pensiero e azione; moderazione e realizzazione; armonia tra uomo e natura e un approccio olistico alla salute e al benessere. Lo yoga non è ginnastica, ma scoprire il senso di unità con noi stessi, il mondo e la natura. Cambiando il nostro stile di vita e creando consapevolezza, possiamo aiutarci a gestire i cambiamenti climatici.”  Shri Narendra Modi Ji Primo Ministro Indiano

 

21 Giugno: Solstizio d’estate 

Il 21 giugno, oltre ad essere la giornata internazionale dello yoga è anche il solstizio d’estate, ovvero il giorno più lungo dell’anno, in cui le ore di luce superano le ore di buio.

Da un punto di vista scientifico, sappiamo che la relazione tra il sole e la terra influenza da sempre le nostre vite e di questo anche gli antichi yogi ne erano conoscenza, basti pensare al potere trasformante ed energizzante di Surya Namskar e all’importanza di molte tecniche eliotropiche utilizzate per riportare salute, benessere e guarigione.

Così oggi, ancor più che in altri giorni, possiamo sintonizzarci con il nostro sole interiore e risvegliare la luce nei cuori di sempre più persone nel mondo attraverso lo yoga.

 

Protocollo yoga comune 

Il Ministero dell’Ayush, Ayurveda, yoga e Omeopatia, ha divulgato un Protocollo comune per la pratica dello Yoga, in cui, ad un mantra iniziale dedicato all’armonia, all’ equilibrio e al Principio divino in ognuno di noi, seguono un breve riscaldamento, una sequenza di asana e alcuni pranayama, per concludere  con una meditazione, l’offerta di un’affermazione positiva per il bene di tutta l’umanità e il mantra della pace.

Speriamo che tu abbia l’occasione di riunirti insieme a tante persone e godere della pratica comune, ma nel caso non fosse così abbiamo pensato di proporti una sessione di yoga ispirata proprio a questo protocollo.

 

Pratica yoga completa per celebrare lo Yoga Day

Di seguito troverai una pratica yoga completa per celebrare lo Yoga Day in autonomia o quasi. Infatti, non entreremo nel dettaglio tecnico di ogni posizione, confidando che tu conosca già le controindicazioni e come costruire le posizioni yoga in totale sicurezza. Se così non fosse ti consigliamo di appoggiarti all’esperienza di un insegnante yoga e in caso di patologie anche al tuo medico.

Potrai comunque scegliere di praticare questa sequenza yoga il 21 giugno o qualsiasi altro giorno.

Iniziamo 😉 

 

Centratura

Siediti in Sukhasana o una qualsiasi posizione posizione comoda seduta, in questa fase anche una sedia andrà bene, l’importante è che la tua colonna vertebrale sia diritta e il corpo stabile e rilassato. Mantieni gli occhi chiusi e il respiro naturale.

Mantieni la tua mente e il tuo cuore aperti e pronti a ricevere qualunque dono o beneficio la pratica yoga vorrà portarti a livello fisico, mentale e spirituale.

 

 

Unisci le mani al centro del petto in Anjali Mudra con l’intenzione promuovere un’atteggiamento di apertura verso la tua guida interiore e canta per 3 volte il sacro mantra OM per elevare la tua vibrazione e quella dell’ambiente in cui ti trovi.

 

 

Breve Riscaldamento

Scegli un breve riscaldamento che ti consenta di iniziare a muovere e scaldare il corpo e sciogliere le articolazioni prima della pratica di asana. Qualche ciclo di Gatto- Mucca può essere ideale per iniziare a mobilitare la colonna vertebrale ed entrare in contatto con il respiro e il movimento. 

Inspira ed inarca la colonna (fig.1- mucca) espira e curva la colonna (fig.2- gatto).

 

        

 

Asana 

Comincia la pratica di asana con qualche ciclo di saluto al sole per mettere in circolo l’energia e risvegliare corpo, mente e spirito. 

Prosegui ora con le posizioni yoga:

 

1. Tadasana – Posizione della montagna

Distribuisci uniformemente il peso del corpo su entrambe le piante dei piedi, la base della tua montagna. Sentili stabili e ben radicati, premili a terra per ricevere una spinta contrapposta che ti eleva verso il cielo. Asseconda questo movimento allungandoti attivamente dalla cima della testa per raggiungere la vetta più della montagna. Solleva lo sguardo verso un’orizzonte lontano dietro gli occhi chiusi verso una consapevolezza più alta. 

 

 

Mantieni 6 respiri profondi, poi rilassa la posizione e assorbine gli effetti: stabilità, prontezza, equilibrio e senso di elevazione che emergono da dentro di te.

 

2. Vrikasana – Posizione dell’albero

Ricevi stabilità dal piede che spinge a terra, pensando alle tue dita come alle radici di un’albero che affondano nel terreno, e dall’altro piede che preme contro la coscia e viceversa. Forte e radicato come un albero, fai un cerchio con le braccia come a disegnare le fronde dell’albero e ti elevi verso il cielo allungandoti attivamente sia dalle tue braccia che dalla cima della della testa. Lo sguardo in un punto fisso ti aiuterà a mantenere la concentrazione e l’equilibrio. 

 

 

Tieni la posizione per 6 respiri per lato poi esci dalla posizione e in Tadasana assorbi gli effetti benefici: stabilità , equilibrio, concentrazione, calma e serenità sia nel corpo che nella mente.

 

3. Padahastasana – Posizione del coltello a serramanico

Connettiti con il potere profondo del rilassamento. La spinta dei piedi a terra produce un allungamento attivo in tutta la parte posteriore del tuo corpo. Abbandona più che puoi ogni tensione, dietro le gambe, nel bacino, lungo la schiena, lascia che il corpo diventi più flessibile respiro dopo respiro. Infine rilassa la cima della testa verso il basso, come a far uscire tutti i pensieri limitanti che ostacolano la tua autorealizzazione.

 

 

Tieni la posizione per 6 respiri, poi ritorna in Tadasana e ascolta gli effetti benefici: senso di rilassamento e di non-attaccamento, abbandono di ogni pesantezza e rigidità fisica, mente ed emotiva a favore di un maggiore senso di spazio e libertà interiori.

 

4. Ardha Chakrasana – Posizione della mezza ruota da in piedi.

Mantieni forte e stabile la posizione a partire dalla spinta sulle piante dei piedi. Attiva l’addome portando l’ombelico in dentro verso la colonna e il pube leggermente in avanti per trovare sostegno. Quando ti senti sicuro, apriti con il cuore verso l’alto e  un po’ all’indietro, mantenendo il mento rientrato e il collo in linea con il resto della colonna. Cerca di mantenere un respiro calmo e regolare, questo ti aiuterà a sostenere piacevolmente la posizione.

 

 

Mantieni l’asana per 6 respiri, o quanto è giusto per te, poi torna in Tadasana per assorbire gli effetti della posizione: apertura fisica e un’atteggiamento fiducioso nei confronti della vita, maggiore controllo e  sicurezza in te stesso e verso tutto ciò che ti circonda.

 

5. Trikonasana – La posizione del Triangolo 

Senti la spina dorsale lunga aperta e tutto il corpo attivo! Come una stella a 5 punte allungati con intenzione in tutte le direzioni: premi i piedi a terra, attiva l’addome portando l’ombelico verso la colonna , allungati dalle braccia fino alla punta delle dita, mantenendo le spalle rilassate, lontano dalle orecchie e attivati dal centro della tua testa. Rendi energica la posizione usando la tua volontà e il controllo del respiro per tenerti forte e sostenuto.

 

trikonasana-posizione del triangolo

 

Mantieni la posizione 6 respiri per lato, poi entra in Tadasana e ascolta gli effetti, assorbi i benefici: vitalità, espansione e forte attivazione dell’energia a favore di un senso di benessere, salute,  gioia, forza interiore, coraggio, forza di volontà e determinazione.

 

6. Baddha Konasana – La posizione dell’Angolo o della Farfalla

Siediti dritto con la colonna eretta, apri esternamente le ginocchia e rilassa quanto più possibile le tue anche, mantieni i talloni vicini al pube e afferra le caviglie o i piedi con le mani per mantenere il bacino parallelo al pavimento e la colonna ben diritta. Allungati attivamente verso l’alto e cerca di rilassare le tensioni per lasciare il respiro e l’energia liberi di fluire nel tuo centro, lungo la colonna vertebrale. Concludi inchinandoti in avanti mantenendo sempre la colonna allungata e aperta e continua rilassarti nella posizione.

 

baddha-konasana-posizione-della farfalla      baddha-konasana - posizione yoga della farfalla

 

Mantieni l’asana per 6 respiri profondi poi entra in una posizione comoda seduta per ascoltare gli effetti: un senso crescente di consapevolezza e sicurezza interiori, rilassamento profondo e un atteggiamento di accettazione e accoglienza di ciò che sei e della vita in tutte le sue sfaccettature. 

 

 

7. Salabhasana -La posizione della Locusta

Dalla posizione supina, assicurati di premere bene il pube a terra , poi, con uno slancio di energia, inspirando sollevi gambe, braccia, petto e testa per entrare in un bel piegamento in dietro. Allungarti attivamente in avanti dalla cima della testa in dietro dalle mani dai piedi e senti il corpo bello forte, compatto ed elevato!

 

salabhasana - la posizione della locusta

 

Mantieni la posizione per 6 respiri o quanto senti giusto per te, poi ritirati in Balasana per assorbire i benefici risvegliati: un senso di vitalità, gioia, forza e leggerezza allo stesso tempo. Salabhasana stimola la forza di volontà favorendo l’apporto di energia nella colonna e un atteggiamento aperto, elevato e creativo.

 

8. Ardha Matsyendrasana – La mezza posizione di Matsyendra

Per questa sequenza ti proponiamo la torsione da seduti nella variante con la gamba d’appoggio estesa. 

Entra nella torsione in maniera graduale, ruotando la spina dorsale dal basso verso l’alto guidato respiri profondi e consapevoli. Assicurati di mantenere la colonna vertebrale diritta per tutto il tempo. Senti il tuo respiro che diventa sempre più ampio, libero e profondo e la tua cassa toracica morbida, spaziosa e flessibile. 

 

ardha-matsyendrasana-torsione-da-seduto

Mantieni la torsione 6 respiri per ogni lato poi entra in una posizione comoda seduta e ascolta gli effetti che l’asana ha risvegliato: un senso di leggerezza e allo stesso tempo di pienezza, libertà da tesioni fisiche e mentali;   apertura del cuore a favore di un’energia di espansione, di amore e compassione verso tutto e tutti.

 

9. Setu Bandhasana – La posizione del Ponte

Senti la stabilità e la forza che arriva dal sostegno delle tue gambe. Eleva il tuo bacino quanto più possibile per te per creare un bell’arco con il corpo. Spingi con le spalle a terra e prova connetterti con una sensazione di apertura e leggerezza nel torace e porta volontariamente il tuo sguardo al centro tra le sopracciglia per creare una connessione tra il corpo e la mente e la tua consapevolezza più alta.

 

setu-bandhasana-posizione-del-ponte

 

In questa giornata speciale dedicata allo Yoga nel suo significato profondo di Unione, puoi provare ad immaginare la posizione come un ponte che ti porta ad abbattere le barriere materiali e ti consente di aprirti ad una dimensione più energetica e collegarti con tutte le anime nell’universo.

Mantieni la posizione per 6 respiri profondi o quanto è giusto per te poi rilassati in Savasana  per assorbire gli effetti: un’ energia di espansione e risveglio interiore, grazia, purezza ed intuizione profonda.

 

10. Sarvangasana – La posizione della Candela

Allungati attivamente dalle gambe e dal bacino verso l’alto, e trova il sostegno dalle spalle. Il tuo corpo è invertito e puoi sfruttare a tuo favore la forza di gravità per far fluire il sangue e l’energia verso il tuo cervello ed i centri più alti consapevolezza, situai nel cuore, nella gola e al centro tra le sopracciglia, anche conosciuto come occhio spirituale e stimolare il tuo sistema nervoso parasimpatico, responsabile della calma profonda.

 

sarvangasana-posizione-della-candela

 

Mantieni la posizione per 6 respiri profondi o quanto è giusto per te poi rilassati in Savasana  per assorbire gli effetti: uno stato profondo di pace, un  senso di espansione, freschezza, leggerezza  purezza, aspirazione spirituale e intuizione.

Concludi la sequenza con 1o minuti di  Savasana, posizione del rilassamento profondo,  Nadi Shodanam Pranayama e una breve meditazione in sukhasana.

Per tutta la durata della pratica prova ad abbattere mentalmente i confini dello spazio e il tempo. Senti che non sei solo, ma visualizzati circondato da tante anime che come te condividono al pratica innalzando la vibrazione dell’energia sulla terra verso una consapevolezza più elevata.

 

Perchè celebrare la Giornata Intenazionale dello Yoga 

La giornata internazionale dello Yoga giornata ci offre l’opportunità di:

  • Promuovere gli effetti benefici dello yoga su corpo, mente e spirito per migliore il nostro stile di vita.
  • Favorire la pratica di meditazione.
  • Promuovere un senso di fratellanza in tutto il mondo
  • Elevare la nostra consapevolezza ad un senso di unione esteso a tutto ciò che ci circonda.

Pensa che ad oggi 193 nazioni hanno aderito allo  Yoga Day! Ecco, allora,  che la visione di un mondo felice e senza conflitti forse non è poi più così tanto un’utopia, ma una realtà frutto di una scelta comune e di condivisione che, da una singola giornata, può espandersi, come ci insegna lo yoga, ad ogni giorno della nostra vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *